Targa AC Bologna, scatta il conto alla rovescia per la quinta edizione

Il 17 e 18 giugno, il circus della regolarità accende i motori nella "motor valley".
Image

 

271 km da percorrere, 2 giorni di gara, 86 prove cronometrate, 9 controlli orari, 9 premi extra. Sono questi i numeri che riassumono la due giorni della Targa Ac Bologna - Memorial Giancarlo Sabatini, 5^ edizione della gara di Campionato Italiano per la categoria regolarità classica. Un'occasione per condividere la passione per le auto storiche, per valorizzare le eccellenze del territorio, nell’appuntamento che è l’unico della categoria a svolgersi nella Motor Valley. Sotto l'egida della Regione Emilia Romagna, della Motorvalley, della Città Metropolitana di Bologna e con il patrocinio e la collaborazione delle Amministrazioni Locali che sostengono l'evento, Targa AC Bologna rinnova anche quest’anno il suo impegno nel settore della regolarità coniugandolo con la promozione del territorio sul quale la gara si svolge. Alcune riconferme e altre novità sul percorso, che si rinnova pur consolidando ciò che di positivo è stato raggiunto nella precedente edizione. "Nessun piazzale, nessuna zona industriale e niente ripetizioni", solo percorsi su strada per mostrare agli equipaggi di quali percorsi è capace l’Appennino Bolognese”. 

La gara prenderà il via sabato 17 giugno dalla piazza centrale di Savigno di Valsamoggia, località dell’Appennino Bolognese noto per la produzione di tartufo bianco. I concorrenti  affronteranno la gara che si snoderà tra Valsamoggia e Monte San Pietro alta (Mongiorgio, Monte Pastore e la panoramica Vignola dei Conti),  fino a raggiungere la zona Tolè  – Cereglio - Santa Croce, quasi al confine col territorio modenese. Sosta e riordino vetture alla Tenuta Santa Croce di Monteveglio prima di raggiungere l’arrivo della prima tappa, previsto presso l’Admiral Park Hotel di Zola Predosa. Domenica 19 giugno ripartenza dall’Admiral Park Hotel  per affrontare le 30 prove cronometrate della giornata tra i monti di Mongardino di Sasso Marconi e le strade di Pieve del Pino, per poi attraversare il pittoresco Ponte di Vizzano prima di raggiungere l’Eremo di Tizzano e godere della meravigliosa vista panoramica della città di Bologna e del Santuario della Madonna di San Luca. Dopo tanta montagna il percorso si farà più pianeggiante e vedrà le vetture raggiungere la cittadina di Anzola dell’Emilia, che aprirà le sue porte a Targa AC Bologna accogliendola nella sua piazza centrale durante l’annuale “AnzolainFiera”. Dopo la sosta prevista per le ore 12.00, rientro della carovana a Zola Predosa per il pranzo nell’attesa della proclamazione dei vincitori.