Magliona costretto allo stop alla 50^ Verzegnis Sella Chianzutan

Sfortunato weekend in Friuli per l'otto volte campione italiano della CST Sport, rallentato dalle noie riscontrate al propulsore dell'Osella Pa2000 per l'intero round del Tricolore Velocità Montagna
Image

L'Osella Pa2000 Honda di Omar Magliona è già nella factory Osella di Atella e il propulsore raggiungerà la sede milanese del preparatore Moreno. Il portacolori della scuderia siciliana CST Sport ha vissuto un weekend “al rallentatore” alla 50^ Verzegnis Sella Chianzutan, la classica friulana quarto round el Campionato Italiano Velocità Montagna. Fin dalle prove ufficiali di sabato e poi in gara 1 domenica l'otto volte campione italiano non ha potuto lottare per le posizioni di vertice a causa delle noie riscontrate al propulsore del prototipo di classe E2Sc 2000 gestito dalla SaMo Competition. Le soluzioni provate durante la giornata dedicata alle ricognizioni non hanno infatti avuto effetto e il pilota sardo, impegnato anche nella promozione della onlus Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica, non ha preso il via di gara 2 dopo il quinto posto ottenuto in gara 1 (con un crono, 2'37”00, più da gruppo Cn che da E2Sc), anche per evitare possibili ulteriori danni all'unità motrice. Mentre la Pa2000 tornerà “a casa Osella” per alcuni lavori di affinamento, il motore sarà a fondo controllato da Moreno in vista del prossimo round tricolore a Morano Calabro il 14-16 giugno. Nonostante lo stop forzato, Magliona resta leader assoluto e di categoria nel Campionato Italiano Velocità Montagna.

Magliona dichiara: “Purtroppo le corse sono anche questo. Dispiace anche perché al cinquantesimo della Verzegnis tenevo in particolare, ma dobbiamo accettare la realtà e rimboccarci le maniche. Ci avevamo provato anche sabato, rifacendo il cambio per riuscire almeno a guadagnare qualcosa in termini di competitività, ma era necessario molto di più e ora smonteremo ogni elemento. Confido nella professionalità di tutta la squadra, abbiamo bisogno di ripresentarci a Morano in perfette condizioni per rimanere protagonisti”