Venti equipaggi della scuderia RO racing al via della Targa Florio

Saranno venti le vetture che difenderanno i colori della scuderia RO racing alla centocinquesima edizione della Targa Florio. Cinque saranno gli equipaggi al via della gara valevole per il Campionato italiano rally auto storiche e ben 15 quelli ai nastri di partenza della Coppa rally di zona. La corsa su strada più antica del mondo si disputerà sulle Madonie sabato 8 maggio.
Image

(Comunicato Ufficio Stampa Scuderia)

Un pienone di iscritti quello fatto registrare dalla Targa Florio, manifestazione organizzata dall’Automobile Club di Palermo, valevole per i Campionati italiani rally riservati alle auto moderne e storiche e per la Coppa rally di ottava zona, che si disputerà sabato 8 maggio sulle Madonie.

Nella mischia, pronti a recitare il ruolo di protagonisti, ci saranno ben venti equipaggi della scuderia RO racing. Tra le storiche sono diversi i nomi di grido che ambiscono a posizioni di vertice e al successo nei propri Raggruppamenti.

Angelo Lombardo, Campione italiano nel 2019, sarà al via, in coppia con Hars Ratnayake, con il numero due sulle portiere della sua Porsche 911 Gruppo B del Quarto Raggruppamento. Il veloce cefaludese ambisce a conquistare, con la vettura allestita dal Team Guagliardo, un posto sul podio. Nel Terzo Raggruppamento, sempre con una 911, Natale Mannino e Giacomo Giannone, vincitori del campionato nel 2018, tornano ai rally dopo una pausa interlocutoria durata un paio d’anni, nei quali il pilota è stato impegnato nelle gare di velocità in salita. Sempre tra le vetture del Terzo Raggruppamento esordio con una Porsche 911 per Gianluca Mauriello e Vincenzo Mannina. Ritorno alle competizioni, dopo diversi anni di inattività, per Maurizio Plano che dividerà l’abitacolo di una Porsche 911 del Secondo Raggruppamento con Roberto Genovese. Continua la propria esperienza in campionato Roberto Perricone che, con Alessandro Scrigna al fianco, sarà della partita con una Porsche 911 2.0 del Primo Raggruppamento.

“Gara delicata dove sarà importante la concentrazione – ha detto Angelo Lombardo – continuerò a prendere confidenza con la vettura che ancora conosco poco, ma sono molto fiducioso e spero di centrare un buon risultato”.