Dalla Mille Miglia alla Passo di Rigano Bellolampo. La regolarità pulsa anche questo week end

Mentre il Cireas è al giro di boa, la passione per l'automotive d'epoca risuona da nord a sud. Intanto su Aci Sport Italia on line le classifiche provvisorie del campionato

Image
Mentre il Campionato Italiano Regolarità Autostoriche si prende una breve pausa al giro di boa della stagione 2015, non si ferma la passione per le auto che hanno fatto la storia dell'automotive mondiale ed anche questo fine settimana da nord a sud Italia raduni e competizioni di altissimo spessore stanno facendo vibrare il cuore di migliaia di appassionati. E proprio in queste ore, diversi fra i migliori protagonisti del Cireas sono in lotta fra le prime posizioni della fantastica "Millemiglia" a conferma della qualità e professionalità dei Driver italiani. La 33esima rievocazione della Mille Miglia 1927-1957 denominata non a caso la "corsa più bella del mondo" si avvia alle battute finali dopo la partenza tradizionale partenza da Brescia, sabato mattina è ripartita da Parco dei Medici a Roma, percorrendo parte del Grande Raccordo Anulare per riprendere poi la SS Cassia a Formello. Il percorso finale è da molti considerato quello più gratificante, per la bellezza dei panorami e per il piacere di guida che alcune strade sanno regalare sino all'arrivo nel capoluogo bresciano, da dove la competizione era partita. Da nord a sud dicevamo. Anche in Sicilia, terra della mitica Targa Florio, le emozioni a quattro ruote non sono mancate alla seconda edizione della Passo di Rigano Bellolampo, gara valida per la Coppa Aci Sport di Quarta Zona, organizzata dall'A.C. Palermo che riporta in Sicilia, terra di forti tradizioni regolaristiche, una gara gara valida per un titolo nazionale. Il risveglio dell'interesse per le gare di regolarità in Sicilia è palpabile: oltre alla seconda edizione della prestigiosa gara palermitana è in programma per il week end del prossimo 5 Giugno la rievocazione della Catania/Etna sia pure con la formula della regolarità turistica organizzata dall'A.C. Catania. Era il 1956 quando un giovanissimo Ninni Vaccarella, l'indimenticato monumento vivente dell'automobilismo mondiale, si apprestava ad affrontare la sua prima gara a bordo di una Fiat 1100. Oggi Vaccarella ad 82 anni ha ripercorso quelle strade nei dintorni di Palermo al volante di una Lancia Fulvia HF. Tornando al Cireas, il prossimo week end i motori torneranno a rombare nel pistoiese per la Coppa della Collina storica del 24 Maggio, dove si ripartirà per la conquista dei vari titoli in palio del Campionato, dalla Top Car ai vari trofei nazionali di raggruppamento e Scuderie dove, in testa al momento con risultati non definitivi risultano essere Maurizio Aiolfi per l'assoluta Conduttori e trofeo terzo raggruppamento, Franco Spagnoli per la Top Car e trofeo di primo raggruppamento, Alberto Scapolo nel trofeo di secondo raggruppamento, Nino Margiotta nel trofeo di quarto raggruppamento, Ugo Rancati nel trofeo di quinto raggruppamento, Flavio Renna nel trofeo di sesto raggruppamento, Massimo Zanasi nel trofeo di settimo raggruppamento e Giovanni Gulatieri nel nuovo 8° raggruppamento ammesso dal 2015 nelle gare di C.I. A guidare con fermezza la graduatoria provvisoria delle Scuderie la F.M. Franciacorta Motori. Le classifiche sono disponibili sul sito di Aci Sport Italia nell'apposita sezione "Classifiche”. (Foto Millemiglia LaPresse e CoratoAlonso, in basso Ninni Vaccarella)