Arriva a Misano la prima vittoria di Andrea Kimi Antonelli

Ritorna in scena il duello Ferrari-Mercedes con Camara, stavolta la spunta il Bolognese. P3 a Dunne che rovina la festa di Prema sul finale
Image

 Con la prima gara dell’Italian F.4 Championship al Misano World Circuit, arriva la prima vittoria in Campionato di Andrea Kimi Antonelli. Il Bolognese di Prema Team, Junior Mercedes Driver, porta a casa una vittoria combattuta in un lungo duello con il compagno di squadra Rafael Camara, pilota Ferrari Driver Academy. La lotta interna tra i due era già andata in scena nel primo round di Imola. In quell’occasione l’aveva spuntata il brasiliano, questa volta è il pilota tricolore della nazionale di ACI Team Italia ad avere la meglio. Terzo arriva l’irlandese Alexander Dunne, US Racing, approfittando della lotta sulle staccate finali tra James Wharton e Charlie Wurz, rovinando così la festa ai 4 piloti Prema Racing che avevano dominato la testa della gara.

Una gara complessa. Oltre alla grande competizione interna dell’Italian F.4 Championship, che porta in pista a Misano 36 piloti di 23 nazionalità diverse e 14 team, confermandosi come la serie F.4 più accessa e competitiva nel panorama internazionale, si aggiungono le difficoltà di una pista che vede passare nel weekend oltre 200 vetture di diverse categorie.

Difficile l’intrepretazione della gara, dunque, in condizioni del tracciato che cambiano rispetto alla prova precedente ogni volta che si scende in pista. Allo start Camara prende la P1 sul poleman, poi scoppia la bagarre. Martinus Stenshorne, Van Amersfoort Racing e Taylor Barnard, PHM Racing, escono di pista sulla curva del tramonto. Poi diversi testacoda nelle retrovie alla curva del carro. La gara si congela con l’ingresso della safety car per ristabilire le condizioni di sicurezza.

 

 

Image

Alla ripartenza ottimo sorpasso di Conrad Laursen, danese di Prema Racing, sul franco-finnico Marcus Amand del team tedesco US Racing. Lo passa esternamente con una bella manovra all’uscita del curva del tramonto e conquista la p6, prima di lanciarsi all’attacco di Dunne in P5. Maya Weug, pilota Ferrari Driver Academy di casa Iron Dames, approfitta e, a sua volta, infila Amand.

Con la testa della gara che è tutta rosso Prema, scoppiano le lotte all’interno del gruppo, con Nikita Bedrin, PHM Racing, che muove sul newyorkese Nikhil Bohra (US Racing). Buona anche la gara di Alfio Spina, siciliano di casa BWR Motorsport, uno dei rappresentanti tricolori in una serie che accoglie piloti da 4 diversi continenti.  

Sugli ultimi giri si accende la bagarre anche in testa tra Camara e Antonelli, i due hanno una storia di battaglie sin dalla carriera nel karting, e riportano in scena il dualismo Ferrari-Mercedes. Con un’infilata di fino all’interno, Antonelli guadagna la testa della gara. Dopo una qualifica impeccabile, il bolognese non può accontentarsi di altro che non sia una vittoria. La bagarre si sposta anche alle loro spalle, con Wharton in P3 che viene attaccato da Wurz. Entrambi vengono però infilati da Dunne, che approfitta così, d’esperienza e rovina la festa in casa Prema. L'austriaco riesce infine a passare il compagno e fa P4.

 

Image

L’ordine di arrivo è dunque: 1. Antonelli; 2. Camara; 3. Dunne; 4. Wurz; 5. Wharton; 6. Laursen; 7. Weug; 8. Amand; 9. Bedrin; 10. Fittipaldi.  Ottimo il risultato al Misano World Circuit del brasiliano, figlio d’arte, di Van Amersfoort Racing, che proprio con la top 10 ottiene i primi punti stagionali nell’Italian F.4 Championship certified by FIA.

Non scende in pista invece Oleksander Partyshev, Jenzer Motorsport, che era rimasto sotto osservazione medica dopo che la sua vettura era balzata sul cordolo in qualifica restituendo il contraccolpo sulla schiena del pilota.

L’Italian F.4 Championship certified by FIA, la serie monoposto di ACI Sport promossa da WSK Promotion, riporterà lo spettacolo sulla pista della riviera romagnola domani alle 9.40 con gara 2 e, nuovamente, alle 17.40 con l’ultima gara del fine settimana.

Allegati