Concluse le sfide all’Autodromo dell’Umbria

Disputate sette gare per 80 piloti
Image

Roma. Intensa giornata di gare oggi al Borzacchini con 7 competizioni che hanno visto in gara complessivamente 80 piloti. In pista il Trofeo Italia Storico, il Trofeo Italia Classico e la Formula 850, per l’occasione accanto al Trofeo Italia Prototipi Storici e alla Formula Libera.

Nel Trofeo Italia Storico, la cilindrata fino 1.6 è andata a Giuseppe Covotta, su Fiat 128 Courpé (Granducato Corse), seguito dalla Peugeot 205 Gti di Gabriele Cetroni e dalla Autobianchi A112 di Stefano Nardi.
Risultati: https://bit.ly/3q8FgbR.

Nel Trofeo Italia Storico >1.6, su Peugeot 205 1.9, vince Marco Cetroni davanti a Edo Varini (BMW 635) e a Ruggero Riva (A.R.GTAM), autore di un sorpasso su Selvaggi, quarto.

Nel Trofeo Italia Classico con quasi 50 concorrenti al via, nella classe fino a 1.6 che ha visto l’intervento della Safety car subito dopo la partenza, molti i sorpassi soprattutto per il terzo posto. Al termin sul podio sono saliti Paolo Furlanis (Citroen Saxo VTS) seguito da Angelo Marino (Peugeot 106 Rally) e da Alessandro Malavolta che battagliato a lungo con Fazzino (4°) e Fasolino.

Il Trofeo Italia Formula

Image

Nel Femminile, animato da quattro pilote, tagli per prima il traguardo Martina Rossetti seguita da Marina Pasqualoni in classe “Cup” e da Margherita Vezzosi, quarta con la sua Peugeot 106 R tra le auto Racing Start e tredicesima assoluta con in Racing Start 1400

Nella seconda gara del Trofeo Italia Classico si afferma Michele Parretta (BMW 320 Rs), che dalla pole position non ha lasciato possibilità a Piero Limonta, secondo al traguardo. Terzo il regolare Alessio Mencuccetti.
Risultati: https://bit.ly/3BcGM2Y

Nella Formula 850, con monoposto anni ‘60 e’70 meticolosamente restaurate e curate dagli appassionati del Registro Storico 850, vittoria per Federico Parrinello Meli (DeSanctis), seguito da Vincenzo Zupo e da Gianmarco Rossi.

Nel Trofeo Italia Prototipi successo di Giovanni Rosi; la Formula Libera è andata a Giovanni Ciccarelli  su Andrea Iavarone e Andrea Scatigno (tutti su Formula Abarth 1.4).

___________________________________________________________________________________
(Comunicato privo di valore regolamentare a cura della redazione ACI Sport, mauro_de_zordo@csai.aci.it